Studio Azeta - dichiarazioni fiscali

Vai ai contenuti

Menu principale:

[ HOME ]
la dichiarazione dei redditi

La dichiarazione dei redditi è il modello con cui chiunque produce dei redditi in Italia espone gli stessi tramite il modello 730 o il Modello Unico e calcola l’imposta dovuta. La dichiarazione comprende tutti i redditi: quelli di lavoro e di pensione, quelli di terreni e fabbricati, quelli di capitale (cioè derivanti da investimenti), quelli di lavoro autonomo e di impresa, quelli diversi, cioè non classificati altrove ma comunque percepiti nell'anno.


Nella compilazione della dichiarazione dei redditi il contribuente deve:

  • verificare preventivamente l’obbligo di presentazione o se esistano condizioni di esonero
  • disporre di tutta la documentazione che attesta i redditi percepiti
  • disporre di tutta la documentazione che attesta gli oneri deducibili e detraibili
  • procedere nella compilazione dei singoli quadri della dichiarazione e successivamente nel calcolo delle imposte dovute
  • inviare telematicamente la dichiarazione all'Agenzia delle Entrate


Chi non è tenuto a compilare la dichiarazione dei redditi:
  • i titolari di solo reddito dipendente percepito da un unico soggetto (un solo datore di lavoro)
  • i titolari di più redditi dipendenti, qualora il datore di lavoro abbia già provveduto al conguaglio fiscale, cioè a quell'operazione di ricalcolo dell'imposta dovuta sull'intero reddito di lavoro dipendente percepito nell'anno
  • i titolari di reddito da lavoro dipendente per 365 giorni,  con reddito complessivo non superiore a € 8.000
  • i titolari di reddito da pensione per 365 giorni, con reddito complessivo non superiore a € 7.500 (7.750 per chi ha superato i 75 anni)
  • i titolari di reddito da lavoro dipendente e reddito della casa di abitazione
  • i titolari di solo reddito derivante dalla casa di abitazione e pertinenze e altri fabbricati non locati (se il fabbricato non locato non è nello stesso comune dell'abitazione principale)
  • i titolari di redditi da terreni e fabbricati, complessivamente inferiori a € 500,00
  • i titolari di soli redditi di terreni e fabbricati non locati, e già soggetti all’IMU
  • i titolari di soli redditi esenti (pensioni di invalidità, di guerra, talune borse di studio)
  • i titolari di redditi tassati alla fonte (interessi su BOT e altri titoli)
  • tutti coloro la cui imposta sia inferiore ad € 10,33 e non siano obbligati alle scritture contabili.

[ ISTRUZIONI MINISTERIALI ]
le guide dell'Agenzia delle Entrate


Modello 730
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni


Modello UNICO
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni


Circolare AE per oneri
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni


Ristrutturazioni edilizie
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni


Risparmio energetico
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni


Bonus Arredamenti
cliccare l'immagine per leggere le istruzioni

[ 730 o UNICO? ]
quale modello dichiarativo scegliere

Per valutare la convenienza a scegliere tra l’uno e l’altra dichiarazione dei redditi, si può affermare che il modello 730 conviene quando la dichiarazione dei redditi chiude a credito per il contribuente. Il credito viene rimborsato direttamente nella busta paga (a partire dal mese di luglio) o nella rata di pensione (a partire dal mese di agosto o di settembre).

Non va tralasciato il fatto che per i titolari di partita Iva la compilazione del Modello Unico non è una opzione ma un obbligo determinato dalla loro condizione soggettiva.

730

è il modello di dichiarazione dei redditi che possono utilizzare:


• i lavoratori dipendenti
 
• i pensionati
 
• i lavoratori che nel 2016 non hanno un sostituto d'imposta


prezzi 730:

modello base no immobili €60 + iva
 
 
con abitazione principale €70 + iva
 
con immobili a disposizione €80 + iva
 
con immobili in affitto €100 + iva
 
con ristrutturazioni nell'anno €120 + iva


i prezzi comprendono tutti gli adempimenti relativi agli immobili (IMU e TASI);

per le dichiarazioni congiunte + 30 €


Modello 730 ordinario
UNICO

è il modello di dichiarazione dei redditi che devono utilizzare:


• i titolari di partita iva

• i soci di una società di persone

• gli eredi e chi è fiscalmente residente all'estero





il prezzo di Unico varia a seconda:

• dei righi compilati

• dei documenti presentati

• tariffa minima €100 + iva





adempimenti IMU + €10/immobile
adempimenti TASI + €10/immobile

Modello Unico

[ PRENOTARE UN APPUNTAMENTO ]
per portarci i documenti per predisporre la dichiarazione 2017

I Clienti dello Studio saranno chiamati per fissare un appuntamento nei giorni elencati qui sotto. Chi invece volesse già concordare l'appuntamento può farlo telefonando allo 0444/340333 chiedendo di Maria Pia o inviando una mail


giovedì 27 aprile

dalle 09:00 alle 18:00

sabato 29 aprile

dalle 09:00 alle 13:00


venerdì 28 aprile

dalle 09:00 alle 18:00


giovedì 4 maggio

dalle 09:00 alle 18:00

Non saranno accettate consegne di documenti al di fuori dei giorni sopra elencati e senza appuntamento se non concordati preventivamente.

[ DOVE SIAMO ]
come trovarci e come contattarci

telefono 0444/340333
Viale Italia n. 215 Creazzo (Vicenza)

da martedì 2 maggio a venerdì 30 giugno 2017
lo Studio è aperto dalle ore 08:30 alle ore 13:00
Torna ai contenuti | Torna al menu